Gestione del denaro, perché è importante?

June 1, 2022

L’obiettivo principale di qualsiasi trader o investitore coinvolto nei mercati finanziari dovrebbe essere quello di proteggere il proprio capitale. E questo viene fatto attraverso la gestione del denaro o letteralmente, la gestione del denaro. Per diventare un trader di successo, la gestione del denaro è un aspetto importante da non ignorare. 

La gestione del denaro ti aiuterà a preservare il tuo capitale anche nei momenti più difficili sui mercati. In questa guida vedremo di cosa si tratta e quali sono i metodi di gestione più utilizzati.

I 3 migliori broker di valute e azioni che offrono strumenti di gestione del denaro 

Fare clic sul nome di un broker per scoprire tutte le sue funzionalità di gestione del denaro.

Piattaforma di trading
Ottimo strumento di gestione del denaro
Particolarità
 
Piattaforma di trading
Webtrader
Ottimo strumento di gestione del denaro
Copia Stop Loss
Particolarità
Limita le perdite legate al copy trading
Piattaforma di trading
Webtrader Parzialmente le
Ottimo strumento di gestione del denaro
AvaProtect
Particolarità
Rimborsa parzialmente le perdite
Piattaforma di trading
Metatrader
Ottimo strumento di gestione del denaro
Calcolatrice all-in-one
Particolarità
Calcolatori di rischio completi

Cos’è la gestione del denaro?

La gestione del denaro è generalmente definita come un insieme di misure che si utilizzano per risparmiare, stabilire un budget e investire il proprio reddito. Nel trading, consiste nello stabilire un piano di gestione per il tuo capitale.

Gestione del denaro Cos’è la gestione del denaro

Questo piano dovrebbe rispondere alle seguenti domande per il trader o l’investitore:

  • Quanta parte della mia ricchezza investirò nel mercato azionario?
  • Quali saranno i rapporti di allocazione del mio capitale sui diversi mercati o strumenti: Forex, azioni, criptovalute, ecc. ?
  • Quanto rischierò per posizione del mio saldo di trading?
  • Qual è il mio obiettivo di profitto per una posizione?
  • A quale soglia di perdita smetterò di investire?

La gestione del denaro consente così di evitare di fare investimenti spontanei senza un piano prestabilito. Un buon piano di gestione del denaro non solo aiuta a limitare le perdite, ma misura anche l’ammontare della perdita massima che puoi permetterti.

Proteggi il tuo capitale per restare in gioco! Due esempi concreti

Per capire meglio come la gestione del denaro può proteggere il tuo capitale, immagina due trader, Jean e Paul, che investono entrambi nel mercato Forex. 

Esempio di Jean

Jean non conosce, o non si preoccupa, della gestione del denaro e vuole semplicemente guadagnare più soldi possibile.

Vede un’opportunità per vendere il dollaro USA perché si aspetta che la Fed abbassi presto i tassi di interesse. È quindi una coppia lunga EUR / USD. Da un saldo del conto di 10.000 euro, passa una posizione di 1.000 euro con il suo broker. Sfortunatamente, la Fed fa il contrario e perde il suo investimento. 

Gestione del denaro Esempio di Jean

John trova un’altra opportunità e inizia un secondo scambio per riconquistare ciò che ha perso. Questa volta è ancora più fiducioso, poiché ha appena scoperto una nuova strategia Martingale e raddoppia la scommessa. È passato da una posizione a 2000 euro. Ancora una volta, questo scambio perde e gli rimangono 7.000 euro nel suo conto di trading. Senza scoraggiarsi, ha nuovamente raddoppiato la scommessa su una terza transazione del valore di 4.000 euro, che purtroppo è finita in perdita. 

A questo punto, non può continuare a fare trading utilizzando la sua strategia Martingale e il suo conto è sceso a 3000 euro dopo solo tre scambi. Sfortunatamente, molti trader che iniziano finiscono come John e abbandonano, accettando le loro perdite, o continuano finché non esauriscono lo spazio per aprire una posizione. Succede perché non hanno un piano di gestione del denaro.

Esempio di Paul

Prendiamo ora Paul, che fa ricerca sulla gestione del denaro e che inizia anche con 10.000 euro. Fa le stesse transazioni di Tom, ma in modo diverso. 

Gestione del denaro Esempio di Paul

Sapendo che uno dei principi della gestione del denaro consiste nel rischiare solo una piccola parte del suo capitale, non fa mai una transazione superiore a 100 euro, cioè l’1% del suo capitale, a differenza del 10% di Jean alla sua prima operazione. Questo è il motivo per cui, anche dopo aver perso tre transazioni consecutive come Jean, ha perso solo 300 euro e il saldo del suo conto è di 9.700 euro. 

Paul è quindi in grado di continuare a fare trading a lungo dopo che John ha perso il 70% del suo capitale. Ha perso solo il 3% del suo capitale ed è in grado di cogliere molte altre opportunità a venire. Sapendo che non deve rischiare più dell’1% del suo capitale, è impossibile per lui applicare una strategia Martingala.

Questo è ciò che la gestione del denaro ti permette di fare: restare in gioco il più a lungo possibile, per cogliere le opportunità offerte dal mercato. 

Diversificazione: parte integrante della gestione del denaro

La diversificazione è parte integrante della gestione del denaro. Viene generalmente presentato come la chiave per un investimento di successo. In poche parole, la diversificazione consiste nel distribuire i tuoi investimenti su diversi tipi di asset, con l’obiettivo di ridurre la volatilità del tuo portafoglio. Ci sono una varietà di strumenti finanziari in cui investire, che vanno dalle azioni al Forex, materie prime, criptovalute, indici, ETF, ecc. 

Se sei un investitore in azioni, ad esempio, potresti avere un interesse in azioni tecnologiche, in particolare GAFA, e investire il tuo capitale in quelle azioni. Ora immagina che l’industria tecnologica stia esplodendo e il tuo investimento stia andando bene. Decidi quindi di investire tutto il tuo capitale in queste azioni. Se si verifica un fattore negativo, ad esempio se il Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti avvia una causa contro le grandi aziende tecnologiche, tutte queste azioni crolleranno simultaneamente e potresti subire una perdita considerevole. 

La diversificazione consiste nel posizionarsi contemporaneamente in diversi settori. Ad esempio, investire parte del proprio capitale in titoli tecnologici, parte nel settore energetico e parte in obbligazioni. In questo caso, quando un particolare settore è interessato, le perdite nel tuo portafoglio sono miste. 

La diversificazione può essere applicata anche all’interno dello stesso mercato, investendo in un’ampia gamma di strumenti. Ad esempio, nel settore tecnologico, le aziende più piccole tendono ad essere più volatili dei titoli dei grandi attori del settore. 

Alcune regole di base della gestione del denaro

Ci sono alcune regole che tutti possono seguire quando si tratta di gestione del denaro, indipendentemente dal mercato in cui operiamo.

Gestione del denaro Alcune regole di base della gestione del denaro

Massimizza i tuoi profitti sui mercati più promettenti

Alcuni investitori sono seguaci della teoria “lascia che il profitto scorra“. Secondo quest’ultimo, dobbiamo mantenere una posizione aperta fintanto che il mercato si muove nella direzione favorevole. Pertanto, l’investitore massimizza i suoi guadagni sulle sue posizioni.

Succede che il mercato si evolva ben oltre il tuo take profit. Per trarre vantaggio da una tale situazione, un trailing stop loss è adatto. Si tratta di alzare o abbassare il suo stop loss, ogni volta che il prezzo si muove nella giusta direzione di un certo numero di punti, o pip. Ciò presuppone che la posizione non abbia un take profit fisso. 

Il primo modo per farlo è spostare manualmente lo stop loss verso l’alto, poiché il prezzo continua a salire. Con piattaforme come MetaTrader, possiamo automatizzare il trailing stop e configurarlo in modo che salga dopo un certo numero di punti guadagnati. La maggior parte delle altre piattaforme di trading ti consente di farlo.

Questo metodo di gestione delle posizioni consente di ottenere il massimo profitto invece di accontentarsi di un guadagno fisso determinato in anticipo. L’altro vantaggio è che puoi essere redditizio anche con una bassa percentuale di successo sulle tue posizioni. Ad esempio, se effettui 10 operazioni in un mese, solo 2 posizioni vincenti di grandi dimensioni possono aumentare la tua redditività.

Puoi anche massimizzare i guadagni aumentando le dimensioni di una posizione quando sta vincendo. Ad esempio, se hai aperto una posizione con un valore di 0,05 lotto, puoi aumentare tale valore a 0,1 lotto dopo aver guadagnato 50 pip.

Regolazione delle dimensioni della posizione dopo una serie di perdite

Verrà un momento in cui il trader sperimenta una serie di posizioni perdenti. Questa è un’eventualità da prevedere in un piano di gestione del denaro. Questo non solo può scoraggiarti dal continuare a fare trading, ma è anche un duro colpo per il tuo capitale. 

Se, ad esempio, hai un saldo di 10.000 euro e perdi 10 scambi consecutivi del valore di 100 euro ciascuno, il tuo conto di trading perderà il 10% del suo valore. Se continui a scommettere $ 100 per posizione, il drawdown potrebbe diventare più profondo. 

Per imitarlo, pianifica di ridurre le dimensioni delle tue posizioni, ad esempio da 100 euro a 50 euro per posizione. In questo modo riduci le tue perdite anche se continui a soffrire di perdere posizioni. 

Dopo alcune operazioni redditizie, sarai in grado di aumentare nuovamente la dimensione della tua posizione. 

Comprensione delle correlazioni di mercato

I mercati finanziari sono spesso correlati in un modo o nell’altro, che si tratti di azioni, Forex, materie prime, ecc. Il termine correlazione si riferisce essenzialmente al modo in cui il valore di uno strumento evolve rispetto a un altro. La correlazione è misurata su una scala da -1 a +1, +1 indica una perfetta correlazione positiva dove due asset evolvono esattamente nello stesso modo e -1 indica l’opposto, cioè i due asset evolvono in sensi opposti. 

Gestione del denaro Comprensione delle correlazioni di mercato

L’immagine sopra rappresenta la correlazione di alcune coppie di valute. AUD / USD e NZD / USD sono altamente correlati a 0,75, il che significa che entrambe le coppie si stanno muovendo in una direzione simile. 

Sapendo questo, non dovresti essere a corto, diciamo, NZD / USD, ma lungo su AUD / USD, poiché sai che entrambe le coppie si stanno muovendo in una direzione simile. Ciò equivarrebbe a coprire inutilmente la prima posizione aperta. Inoltre, l’acquisto o la vendita di queste due coppie allo stesso tempo raddoppia il rischio.

Le correlazioni possono anche andare oltre le classi di attività. Il dollaro australiano, ad esempio, è correlato positivamente al prezzo dell’oro, poiché l’estrazione dell’oro è una grande industria in Australia. 

Dopo aver appreso di più sulla correlazione, puoi anche eseguire la copertura, che prevede l’acquisto di due attività correlate negativamente, in modo da compensare le perdite in una posizione. 

Ad esempio, se hai una posizione lunga in USD / CAD e non sta andando bene, puoi vendere AUD / USD sapendo che sono correlati negativamente. Pertanto, il profitto realizzato sulla seconda operazione compensa le perdite sulla prima. Detto questo, una strategia di copertura non è mai perfetta

Comprendere l’effetto leva

La leva è uno strumento utile per i trader con un capitale limitato. Ti consente di aumentare i tuoi guadagni, ma può fare lo stesso con le perdite. In effetti, la leva finanziaria è uno dei motivi per cui molti nuovi trader perdono il proprio capitale, da qui l’importanza di comprenderne gli effetti prima di entrare. 

Il modo migliore per comprendere la leva finanziaria è aprire un conto demo, dove testerai diversi livelli di leva finanziaria sullo strumento a cui sei interessato. Dovrai anche considerare quali asset intendi negoziare, poiché diversi asset hanno diversi livelli di rischio e diversi limiti di leva.

Le criptovalute, ad esempio, sono più volatili e devono essere scambiate con una leva bassa per evitare grandi perdite. Inoltre, la loro leva è limitata a 1: 2 in Europa, il che significa che non puoi mantenere una posizione che è più del doppio del tuo margine impegnato.

Gestione del denaro: parte integrante del piano di trading

Si dice spesso che non pianificare significa fallire. Questo vale per il trading online. Un piano di trading coinvolge vari aspetti, dall’analisi dei mercati alla chiusura della posizione aperta. 

Strategie di trading

Prima di iniziare a fare trading, devi prima imparare una strategia che ti guiderà su come avvicinarsi ai mercati. Senza una strategia di trading, fare trading senza linee guida, il che sicuramente ti perderà. Le strategie di trading si concentrano su due approcci: analisi tecnica analisi fondamentale

L’analisi tecnica esamina i grafici dei prezzi per individuare i modelli (o le cifre), che vengono quindi utilizzati per anticipare le fluttuazioni future degli strumenti. Questa strategia di trading ha ricevuto tanto elogi quanto critiche da parte di alcuni dei maggiori esperti finanziari del mondo. I fautori di questo approccio affermano che l’analisi tecnica è un’ottima guida per prevedere i prezzi di mercato futuri, poiché i modelli tendono a ripetersi. Al contrario, i critici trovano l’idea della prevedibilità del mercato fuorviante, un’idea resa popolare dal libro di Burton Malkiel, A Random Walk Down Wall Street.

Gestione del denaro A Random Walk Down Wall Street

L’analisi fondamentale, d’altra parte, si basa su annunci di notizie che influenzano i mercati finanziari. Questi includono dichiarazioni delle banche centrali in merito alle decisioni sui tassi di interesse. Le decisioni della Fed sono le più importanti, poiché il mercato forex è dominato all’80% dal dollaro USA, quindi i trader sono generalmente molto attenti agli annunci della Fed. 

Per gli operatori di borsa, le dichiarazioni più importanti sono i risultati finanziari delle società, pubblicati periodicamente. La pubblicazione degli utili di una società di solito ha un impatto sul prezzo delle sue azioni e gli investitori prestano molta attenzione a questo. 

Ecco alcuni esempi di strategie di trading: 

  • Trend trading: identificazione delle dinamiche di prezzo e trading nella direzione di un trend.
  • Range trading: identificazione dei livelli di supporto e resistenza in un mercato e negoziazione all’interno di tale intervallo.
  • Trading di posizione: si basa esclusivamente sull’analisi fondamentale e soprattutto sull’analisi macroeconomica.
  • Scalping: una strategia a breve termine, che sfrutta minori fluttuazioni di prezzo, per completare più transazioni in un giorno.
  • Negoziazione sul prezzo Azione: prevede l’uso del grafico dei prezzi storici per prevedere i prezzi futuri degli strumenti. 

È comune per i trader combinare sia l’analisi fondamentale per trovare opportunità di investimento che l’analisi tecnica per entrare in modo più accurato in un determinato mercato. 

Quanto dovresti rischiare per posizione?

Per ogni transazione che effettui, dovresti essere consapevole della sua proporzione al saldo del tuo account. 

Gestione del denaro Quanto dovresti rischiare per posizione

Dimensione massima per operazione: dall’1% al 2%

Per il trading a breve e medio termine, la raccomandazione più popolare è la regola del 2%, che afferma che non dovresti rischiare più del 2% del tuo capitale su una singola transazione. Pertanto, se il saldo del tuo conto è di 1000 euro, tutte le tue transazioni dovrebbero comportare un rischio massimo di 20 euro.

L’idea alla base di questa regola è che anche se dovessi subire una serie di cinque perdite consecutive, la tua perdita totale sarebbe di $ 100 e avresti comunque $ 900 in capitale. Quindi la regola del 2% mira a mantenerti nei mercati il ​​più a lungo possibile.  

Se la tua piattaforma di trading non mostra il valore di ogni operazione e mostra solo la dimensione del lotto, puoi utilizzare un calcolatore della dimensione della posizione, disponibile da molti siti. Questo strumento ti consentirà di inserire le specifiche commerciali e calcolare la dimensione della posizione relativa al tuo capitale. 

Fissa Frazione  

La tecnica della frazione fissa comunemente utilizzata prevede la negoziazione di un contratto per ogni importo in euro sul conto. Questo importo deve essere determinato.

Ad esempio, potresti decidere di negoziare un contratto per ogni frazione di $ 1.000 nel tuo account. Se il tuo saldo è di 20.000 euro, la dimensione della posizione sarà di 20 contratti. Questo metodo ti consente di adattare gradualmente la dimensione delle operazioni al tuo capitale di trading.

Fottimale

È un metodo più matematico che consente di determinare il fattore F che significa frazione. L’idea è che tu determini la frazione ideale del tuo account da allocare a ciascuna operazione in base alle prestazioni passate. Se la tua F ottimale è del 15%, ogni operazione dovrebbe rappresentare il 15% del tuo account. Il sistema è simile ai metodi della frazione fissa e del rapporto fisso, ma con alcune differenze. Vedrai maggiori dettagli su questo sistema di gestione in questa pagina.

Secure F Secure

Fè una variante meno rischiosa dell’ottimale F. È un metodo che limita il prelievo sul tuo capitale. Implica la divisione del fattore F in modo che corrisponda a una dimensione della posizione che corrisponda alla tua avversione al rischio.

Rapporto fisso

Qui devi determinare quanto vuoi spendere per ogni transazione prima di effettuarla. Questo metodo viene spesso utilizzato dagli operatori di borsa che effettuano solo poche operazioni al mese o all’anno. 

Percentuale di successo

La percentuale dio rapporto vincite / perdite è un semplice rapporto che confronta il numero di operazioni vincenti con il numero di operazioni perdenti. Ad esempio, se hai effettuato 10 operazioni in un giorno, 3 delle quali sono state vincenti e le altre sono state perdenti, il tuo rapporto vincite / perdite sarebbe 3/7. Questo rapporto può anche essere rappresentato in percentuale, confrontando le operazioni vincenti con il numero totale di operazioni: 3/10 * 100% = 30%. Il risultato mostra che la percentuale di successo è del 30%. 

Sembra piccolo, ma se le posizioni vincenti sono più grandi delle posizioni perdenti, puoi comunque essere redditizio. Questo è il motivo per cui il rapporto rischio-rendimento è altrettanto importante.

Rapporto rischio-ricompensa   

Solo perché il tasso di successo di un trader è inferiore al 50%, non significa che perderà denaro. In effetti, potrebbe avere una bassa percentuale di successo mentre realizza plusvalenze per tutte le sue posizioni. Ciò è spiegato da un buon rapporto rischio-rendimento.

Il rapporto rischio-rendimento è quello dell’ammontare dei potenziali guadagni su una posizione, rispetto al rischio. Prendiamo il caso di un trader di borsa che vuole acquistare una quota del valore di 55 euro. Per questa transazione, vuole uno stop loss di 50 euro e un take profit di 65 euro. È quindi pronto a perdere 5 euro (da 55 a 50 euro) per guadagnare 10 euro (da 65 a 55 euro). 

In questo caso, il rapporto rischio-rendimento del trader è 10/5, ancora una volta valutato 2: 1. Se il potenziale profitto fosse stato superiore a 10 euro, il rapporto sarebbe stato ancora più vantaggioso. Si consiglia di avere un rapporto rischio-rendimento maggiore di 1. In questo caso, tenterai di ottenere guadagni maggiori del rischio assunto. 

Piattaforme con funzionalità di gestione del denaro 

Molte piattaforme di trading sono dotate di strumenti di gestione del denaro. 

MetaTrader

Per impostazione predefinita, gli strumenti di gestione del denaro su MetaTrader sono piuttosto semplici. La piattaforma ha la funzione di trailing stop e la possibilità di gestire graficamente le sue posizioni. Il vero punto di forza di questa piattaforma sono i plugin che possono essere integrati in essa. Admiral Markets Ad esempio,ha progettato diverse estensioni MT4 per la gestione del rischio con la sua offerta Metatrader Supreme Edition

cTrader

Essendo un’alternativa più attraente alle piattaforme MetaTrader, cTrader tende anche ad essere più intuitivo e facile da usare. Contiene le stesse funzionalità di gestione del denaro di MetaTrader e fa un ulteriore passo avanti rendendo gli strumenti facili da capire. Questa piattaforma è più adatta per i trader professionisti rispetto a MT4. 

Tipi di ordini stop

Se il concetto di gestione del denaro è ben teorico, è lo stop loss che consente in pratica di limitare le perdite. Probabilmente hai già familiarità con il sistema di stop loss predefinito che esiste sulle piattaforme di trading. Ma ci sono altri tipi di stop loss di cui potresti non essere a conoscenza.

Gestione del denaro Tipi di ordini stop

Equity stop

Questo è uno stop loss che chiude tutte le posizioni di un cliente se i fondi totali nel conto di trading scendono a un certo valore. Alcune piattaforme ti consentono di definire questo tipo di fermata sulla tua dashboard.

Grafico stop loss

Questo è uno stop loss posizionato dopo un’analisi tecnica, in particolare un grafico. I livelli di supporto e resistenza sono strumenti grafici popolari e più utilizzati per impostare uno stop loss. Dopo un breakout dal supporto, ad esempio, i trader tendono a posizionare il loro stop al di sopra della nuova resistenza che si è formata.

Gestione del denaro Grafico stop loss

Volatility Stop

A volte è possibile misurare la volatilità del mercato per decidere fino a che punto posizionare lo stop loss. Se la volatilità aumenta, lo stop loss viene allontanato dal punto di ingresso. Mentre se la volatilità è bassa, lo stop loss è vicino. Esistono diversi indicatori di volatilità che possono essere utilizzati come base.

Livello di stop-out

Ogni broker ha un livello di stop-margin, chiamato anche stop-out. Questo è un punto in cui il broker chiude automaticamente tutte le posizioni aperte se il tuo capitale totale scende al di sotto di un certo livello. 

Psicologia del trading

La maggior parte delle volte è il nostro modo di pensare che ostacola il nostro successo. Anche se l’obiettivo del commerciante è quello di fare soldi, scarso condizionamento psicologicoporterà alla sua caduta. I trader professionisti sono maestri delle loro menti, e puoi farlo anche tu se riesci a controllare le tue emozioni. 

Evitare l’errore del

Giocatore Molti giocatori perdono denaro perché continuano a scommettere dopo una serie di perdite, credendo che la loro fortuna finirà sicuramente dopo un lungo periodo di perdita. Anche i trader cadono in questa trappola, cercando di recuperare le loro perdite con posizioni sempre più grandi. 

Non attaccarti emotivamente a uno strumento

A volte è possibile apprezzare uno strumento in modo soggettivo. Le criptovalute sono l’esempio perfetto di strumenti che hanno follower che investono su di loro senza un piano prestabilito. Un investitore deve fare analisi oggettive prima di effettuare i suoi investimenti. Inoltre, deve anticipare la possibilità che la sua operazione non vada come pianificato ed essere pronto a liquidare le sue posizioni se viene raggiunto il suo stop loss. 

Non seguire l’opinione generale

Ogni operatore può trovarsi di fronte a contraddizioni, spesso dovute a opinioni diverse. Se ti trovi in ​​questa situazione, non andare solo dalla parte che sembra essere unanime, ma conferma tutte le affermazioni con la tua analisi. È solo dopo aver confermato un punto di vista che dovresti fare uno scambio basato su ciò che hai visto. 

Conclusione

La gestione del denaro è una parte importante del trading online. Senza di essa, il trader non ha alcun vantaggio statistico anche se ha una strategia di entrata e uscita affidabile. La gestione del denaro è ciò che differenzia l’investitore dallo scommettitore. Questo è il motivo per cui è importante stabilire un piano di gestione chiaro adattato alla tua avversione al rischio.

FAQ

Puoi perdere soldi facendo trading?

Sì. Ma per limitare il rischio, è importante un piano di gestione del denaro.

Cos’è una strategia di gestione del denaro?

È un insieme di misure volte a limitare le perdite di capitale massimizzando i rendimenti.

Quanto rischiare per operazione?

Si consiglia di non superare il 2% del proprio capitale di trading.

Esiste un software per la gestione del denaro?

Ci sono, ma le piattaforme di trading integrano strumenti di gestione del denaro. Puoi anche utilizzare una calcolatrice per fogli di calcolo personalizzata.

Francesco Marino
Abile Trader
Logo